le passeggiate sono un incubo?

 

Avete voglia di fare un piccolo esperimento? si? Allora provate ad immaginare questa scenetta:

Oggi è proprio una bella giornata, decidiamo di fare una bella passeggiata all'aria aperta con il nostro cane. Appena svegli lui ci fa un sacco di coccole , è dolce, affettuoso e non vede l'ora che ci svegliamo . E' domenica e possiamo fare le cose con calma perciò, mentre lui si stende a pavimento, ci laviamo vestiamo ,facciamo colazione ed il cane si acciambella tranquillo ai nostri piedi,una volta pronti prendiamo chiavi e cellulare e andiamo verso il guinzaglio.

A quel punto il dolce tesoro si trasforma. Inizia a saltare come un pazzo , abbaia e butta per terra tutto ciò che tocca con la coda o saltando. Diventa un impresa mettergli il collare, lui, il dolce pelosetto sembra una scheggia impazzita, e noi che cerchiamo di calmarlo “fermo ,fermo, stai fermo!” , “dai che ti devo mettere il guinzaglio”, mentre il demonietto corre da tutte le parti . A quel punto iniziamo a spazientirci e nel tentativo di fermare questo terremoto iniziamo a sgridarlo. Usiamo il metodo del no, un secco NO ( dicono tutti che funziona ) ...ma più lo sgridiamo e più lui si agita , e dopo alcuni interminabili minuti finalmente riusciamo ad acciuffare il malandrino. Stanchi e sudati con i capelli per aria e lui che tira fino a strozzarsi scendiamo in strada. A quel punto inizia una lotta per chi controlla il guinzaglio, voi o il piccolo demonio?

Vi riconoscete in questo racconto ?No?La trovate divertente, epppure sappiate che capita spesso.

Vediamo un'altra scena:

Mattino, in settimana. Colazione , uscita veloce per la pipì , pappa al cane , chiavi, portafoglio, saluti di rito andate verso la porta e li comincia una lotta per uscire senza che lui o lei si fiondi fuori dalla porta . Voi siete preoccupati, è già capitato e la sfortuna ha voluto che il portone del palazzo fosse aperto, voi di corsa dietro il fuggitivo , i capelli bianchi, la paura che finisse sotto una macchina..ma per fortuna tutto è andato bene. In fin dei conti non è successo nulla di grave, lui ci ama tanto e non vuole che lo lasciamo solo e a noi questo piace. A volte i vicini si sono lamentati che lo hanno sentito abbaiare, ma che sarà mai?E' un cane, è normale che abbai,no?Al rientro dal lavoro non vediamo l'ora di aprire la porta di casa perchè sappiamo che lui o lei è li che aspetta,appena dentro ci salta in braccio, saluti infiniti, carezze uggiolii di felicità , leccatine su tutta la faccia , saltella,e noi siamo felici e soddisfatti, in fin dei conti è per questo che abbiamo preso un cane.Ma,appena cerchiamo le nostre ciabatte le troviamo inzuppate di bava o nel peggiore dei casi, distrutte. Oppure troviamo il letto sfatto, il divano a brandelli, pipì in casa etc .

IMG-20190923-WA0000

 

Vi è mai capitato?No?Bene,allora siete tra i pochi fortunati mortali che hanno un cane ma non si accorgono nemmeno di averlo. E qui mi scappa un “ Beati voi !”Se invece vi siete riconosciuti in tutto o in parte in questi episodi , forse, un piccolo aiuto vi farebbe comodo.A sistemare le piccole incomprensioni tra cane e compagno di vita umano. A volte basta davvero poco, a volte un po' di più, ma alla fine tutto si può sistemare con i giusti accorgimenti.Io sono qui apposta.

Ariela

 

 

LA102 per offrirti una migliore esperienza su questo sito utilizza cookie di sessione e di terze parti. La prosecuzione della navigazione mediante consenso (pressione su OK) o scroll di pagina comporta l'accettazione all'uso dei cookie. Procedendo con la navigazione autorizzi la scrittura di tali cookie sul tuo dispositivo. Se ritieni di non prestare il consenso, ti preghiamo di chiudere questo tab del browser. Per maggior informazioni è a tua disposizione l’informativa completa Cookie